Come si guadagna con AirBnb

Guadagnare con Airbnb è possibile e in questa guida ti spiego come farlo.

AirBnb è, ad oggi, uno strumento potentissimo in ambito turistico che permette a chi viaggia di trovare soluzioni in cui soggiornare a prezzi spesso più economici di alberghi e hotel tradizionali.

Un ottimo modo per guadagnare per i proprietari di immobili in giro per il mondo.

Non tutti sanno che non è necessario avere una casa per fare soldi con AirBnb, sono disponibili diversi modelli di business, ciascuno dei quali influisce sulla possibilità di guadagno.

AirBnb permette di crearsi una rendita costante, che può diventare un vero e proprio stipendio mensile. Ecco il contenuto di questo articolo:

Sommario

🚀 DifficoltàMedia
⭐️ Costo InizialeAlto
✔️ Età Minima18 anni
🦊 AttrezzaturaSmartphone o PC
💎 Potenziale GuadagnoAlto
🥇 Punteggio9/10

I diversi modelli di business di AirBnb

Se vuoi guadagnare con AirBnb, la prima cosa da fare è scegliere uno dei modelli di business, che sono tre, e ti permette di entrare nel mondo degli affitti turistici.

Il primo modello è quello della gestione in prima persona, se possiedi un immobile vuoto e vuoi occuparti tu stesso della gestione questa è la soluzione migliore.

Se opti per quest’opzione godrai del massimo del rendimento ma dovrai dedicare del tempo a questo nuovo business, perché potrebbero capitare degli imprevisti, e dovrai fare una formazione specifica.

Puoi se no essere Co-host, e questo è il modo per guadagnare con AirBnb senza possedere una casa.

Ti metterai a disposizione di quegli host che non hanno tempo di stare dietro agli affitti, ti occuperai quindi della parte organizzativa del business.

Questa tipologia di collaboratori viene pagata con una percentuale calcolata sul ricavato dell’affitto, che dipende dalle attività svolte.

Si parte con il 10/15% e si arriva al 30/40%. Un co-host, può ad esempio fare anche le pulizie nell’appartamento in questione.

Questa soluzione permette la totale gestione del proprio tempo ma ha come contro la maggiore difficoltà nel trovare i proprietari a cui proporsi come co-host.

Infine, esiste anche l’opzione vuoto per pieno o rent to rent, ovvero prendere un appartamento in affitto e sub affittarlo a turisti. Ovviamente, il proprietario originario deve essere d’accordo se no cadresti in un’attività illegale e perseguibile.

Dov’è il guadagno? Un affitto giornaliero è più alto di uno tradizionale. L’eccesso di guadagno è tuo, non dovrai rendere nulla al proprietario dell’immobile.

I pro di AirBnb

Diventare un host AirBnb significa ricevere supporto da un superhost, soprattutto nella fase iniziale, che ti accompagnerà nell’ospitare il tuo primo cliente.

Inoltre, per la tua prima prenotazione puoi decidere di ospitare solo un viaggiatore esperto che ha già fatto almeno tre soggiorni e ha una serie di recensioni positive sulla piattaforma.

Potrai anche accedere con un solo click al Community Support che ti aiuterà in caso di dubbi.

Su AirBnb puoi mettere in affitto qualsiasi tipologia di abitazione, ci sono baite, mini case, case sugli alberi o van adibiti a piccoli hotel.

Decidi tu quando affittare il tuo spazio, che sia tutti i mesi o una sola notte all’anno.

Vuoi iniziare a guadagnare su Airbnb? Segui questi passi.

Come iniziare a guadagnare su AirBnb

Per iniziare a guadagnare su AirBnb devi pubblicare un annuncio, che è gratuito, e sapere che la piattaforma riscuote una piccola percentuale sul costo d’affitto che chiedi ai turisti.

Devi poi scegliere che host vuoi essere e fissare il tuo prezzo d’affitto.

Tieni presente che AirBnb riscuote costi fissi di servizio del 3% sul totale della prenotazione.

Verrà anche addebitata una commissione agli ospiti ogni volta che prenotano, ma la piattaforma spesso versa automaticamente le imposte sulle vendite e sul turismo per conto tuo.

I costi di servizio che paghi ad AirBnb comprendono assistenza clienti 24 ore su 24, iniziative di marketing su Google e social network, protezione per te e per il tuo immobile e risorse formative per gli host.

Gli ospiti sono a conoscenza di questi costi extra, che comprendono anche le spese di pulizia.

Scrivere un annuncio su AirBnb

Quando scrivi un annuncio su AirBnb come host devi inserire i dettagli dell’alloggio e una descrizione molto specifica, fornire delle fotografie realistiche e aggiornate e per concludere specificare le condizioni di prenotazione e le regole per l’uso dell’appartamento, come ad esempio se sono ammessi o meno gli animali domestici.

Dovrai anche ricordarti di aggiornare periodicamente il calendario delle disponibilità, inserire il prezzo per una singola notte e variare i costi minimi e massimi a seconda della stagione.

Puoi scegliere tu se accogliere i tuoi ospiti fisicamente, accordandosi con loro su orario e punto di incontro, oppure attraverso il self check in, ovvero dandogli le informazioni su come reperire le chiavi in autonomia.

La casa deve essere fornita con tutto ciò che serve agli ospiti: carta igienica, asciugamani, lenzuola, stoviglie se c’è la cucina e magari qualche snack o dell’acqua.

Costo di pubblicare su AirBnb

Il portale AirBnb applica una commissione del 5% all’host e fino al 15% agli ospiti. In totale si arriva al 15/20% al pari di altre piattaforme turistiche come Booking.

Scopri come diventare host su Airbnb.

I requisiti per diventare host AirBnb

Per diventare host di AirBnb hai bisogno delle seguenti cose:

  • Un appartamento o una stanza libera da mettere in affitto;
  • Un conto bancario sul quale viene accreditato il pagamento, ancora meglio un conto PayPal più immediato e sicuro;
  • Un computer, o anche solo uno smartphone, per la gestione degli affitti;
  • Il tempo di occuparti di checkin e checkout, delle pulizie e degli interventi di manutenzione necessari a garantire sempre un buon servizio.

Non serve avere la partita IVA per affittare una casa su AirBnb, a patto che si soddisfino alcuni requisiti, ogni contratto di affitto non deve superare i 30 giorni, non è possibile affittare più di 3 immobili a persona, le pulizie vanno fatte solo alla fine del soggiorno e bisogna far pagare all’ospite una tassa di soggiorno in base alle tariffe del comune di appartenenza.

Infine, ci sono alcuni casi in cui è necessario mettere in pausa la propria attività per 3 mesi, per poi ricominciare.

AirBnb, infatti, viene registrato come reddito fondiario. Su alcuni social network come TikTok, è pieno di host che raccontano le loro storie.

I diversi host di AirBnb

Sono 5 i tipi di host che puoi essere su AirBnb, in base alle tue necessità e al tempo che hai a disposizione.

Esistono gli host occasionali, ovvero coloro che mettono in affitto una propria casa solo in determinati periodi dell’anno e per brevi periodi.

Ci sono gli host part-time, ovvero coloro che ospitano periodicamente i turisti nella stessa abitazione in cui vivono, in questo modo il controllo è maggiore così come la cura che si dà ai propri ospiti.

Gli host a tempo pieno sono coloro che mettono in affitto un immobile sempre, solitamente una casa in cui non vivono che vogliono far rendere.

I co-host sono coloro che aiutano i proprietari delle case nella gestione degli affitti e infine gli host di esperienze, che sono quelle persone che propongono attività da fare a casa propria.

Come ad esempio una serata mixology o con Dj set che potrai mandare in live direttamente su Instagram per aumentare l’hype attorno alla tua proprietà.

AirBnb come funziona?

AirBnb è una piattaforma in cui, cittadini privati, possono pubblicare per affitti brevi una casa vacanze o una camera da letto che non usano, in modo da guadagnarci qualcosa.

Come affittare su AirBnb?

Per affittare una casa o camera da letto su AirBnb, dovrai iscriverti come host e pubblicare l’annuncio della tua proprietà. Per farlo dovrai però accettare i termini e condizioni di AirBnb.

AirBnb come diventare host?

Dal loro sito, iscriviti e clicca nella sezione “Diventa host” per registrare la tua proprietà e creare un profilo dedicato. L’accettazione dei nuovi host richiede circa 24 ore per l’approvazione.

AirBnb quanto si guadagna?

Ci sono tanti modi per guadagnare con AirBnb e tutto dipende dal tipo di business che si vuole adottare con questa piattaforma. Inoltre, il tipo di proprietà che si gestisce è fondamentale per determinare il guadagno, in quanto potresti affittare una camera a 20€ a notte o anche 2.000€ a notte.


Potrebbe interessarti

Come si guadagna con AirBnb

Come si guadagna con AirBnb

AirBnb è, ad oggi, uno strumento potentissimo in ambito turistico che permette a chi viaggia di trovare soluzioni in cui soggiornare a prezzi spesso più economici di alberghi e hotel ...
Media.net - Copertina

Recensione Media.net

Media.net sviluppa soluzioni di monetizzazione innovative, efficaci e complementari all’attività che già si può svolgere con Google AdSense. Il processo di approvazione su questa piattaforma è rapido, richiede solo un ...
Come guadagnare con eBay - Immagine di copertina

Come guadagnare con eBay

eBay è stato lanciato nel 1995, diventando uno dei primi marketplace al mondo per vendere la propria merce. Il suo volto è però cambiato parecchio nel tempo; una volta eBay, ...
Come si guadagna con Uber

Come si guadagna con Uber

Tra le professioni nuove che permettono di aumentare il proprio guadagno e crearsi un’entrata extra c’è Uber, la società che dà la possibilità a chiunque di fare il driver e ...
Come guadagnare con Glovo

Come guadagnare con Glovo

Glovo è un servizio di food delivery che funziona principalmente tramite app mobile (nonostante sia disponibile anche il sito per desktop) che da qualche anno ormai è entrato nelle nostre ...
Aumentare il guadagno da editore - Immagine di Copertina

4 consigli per aumentare il guadagno da Editore

Alcune delle festività e delle occasioni più importanti cadono negli ultimi tre mesi di ogni anno: Halloween, Natale, Black Friday, Capodanno e così via. È un periodo incredibile per gli ...
Immagine in evidenza di come guadagnare con YouTube

Come guadagnare con YouTube

YouTube è la piattaforma di streaming più famosa al mondo, lanciata il 14 Febbraio del 2005. Questa piattaforma permette di pubblicare un proprio canale e dei video, dando la possibilità ...
Come si guadagna con un bar

Come si guadagna con un bar

Guadagnare con un bar è un business che può diventare molto redditizio, soprattutto in Italia dove il caffè è un caposaldo della nostra cultura. Certo, un’attività del genere richiede duro ...
Come si guadagna con Uber Eats

Come si guadagna con Uber Eats

Uber Eats è uno dei tanti servizi di food delivery presenti nelle principali città italiane. Garantiscono la consegna del cibo scelto a domicilio in breve tempo, cosa che è possibile ...