Trend autunnali di guadagno online

Con l’autunno alle porte, tanti business stagionali stanno aprendo i battenti, mentre altri stanno rallentando il ritmo di vendita o chiudendo momentaneamente.

Si, hai letto bene, business stagionali. Se non ne hai mai sentito questo termine, si tratta di qualcosa che, in maniera indiretta, vedi ogni giorno intorno a te. Pensa ai ristoranti nelle località marittime o le discoteche aperte solo in estate: queste sono definite come attività stagionali.

Anche il mondo delle vendite online viene affettato dal cambio delle stagioni, in maniera più o meno seria a seconda del settore in cui si opera. Prendi per esempio Corrector, un correttore ortografico su cui ho lavorato qualche anno fà.

Essendo uno strumento online dedicato principalmente agli studenti, è normale che il suo flusso di visite sia maggiore nei mesi che vanno da Settembre a Giugno. In questo caso il sito non vende alcun prodotto, eppure la pubblicità genera ingressi e pertanto è considerato come un business, almeno a livello fiscale.

Lo stesso si vedrà per coloro che hanno un e-commerce online e vendono costumi per l’estate o piumini per l’inverno, generando periodi di vendita irregolari.

Modello di vendita non per tutti

Vendere o lavorare con un business stagionale potrebbe non essere la soluzione più adatta a chiunque. Si tratta di un modello di vendita avanzato, dove bisogna farsi due conti per non rischiare di trovarsi scoperti economicamente.

Preferiresti guadagnare 24.000€ in questo momento o 2.000€ al mese, per un anno? Lavorare per un business stagionale spesso obbliga alla prima opzione, creando dei problemi per coloro che non sanno pianificare le proprie spese.

Per questo ti consiglio la mia guida su come monetizzare, oltre ad una profonda analisi sul mercato prima di mettere in piedi il tuo nuovo business.

Se hai intenzione di creare e lavorare per un business stagionale, ti consiglio di fare un piccolo esercizio in modo da calcolare quale sarà il tuo guadagno a fronte di pochi mesi con guadagno:

  1. Somma le tue entrate dei mesi di attività;
  2. Calcola le tasse che dovrai pagare su questo totale;
  3. Dividi per 12, ovvero il numero di mesi per anno;
  4. Questo sarà il tuo ingresso mensile.

Se non hai idea di quanto dovrai pagare di tasse, andrò a mostrarti una tabella che spiega gli scaglioni in vigore in Italia per i liberi professionisti che operano in attività online:

  • Fino a 15.000€, tasse al 23%;
  • da 15.001€ a 28.000€, tasse al 27%;
  • da 28.001€ a 55.000€, tasse al38%;
  • da 55.001€ a 75.000€, tasse al41%;
  • da 75.001€, tasse al 43%.

Ovviamente, in caso di entrate superiori, si può sempre considerare l’apertura di una SRL in modo da attuare una politica di pianificazione fiscale, ma ti consiglio di parlarne con il tuo commercialista a riguardo.

Guadagnare in autunno online

Andando al succo di questo articolo, l’autunno è uno dei miei periodi preferiti per lavorare ai miei progetti.

L’estate stanca a via di giornate calde e domeniche passate all’ombra, con il pranzo di famiglia in pancia per ore e la mente disconnessa. Questo si traduce in poca voglia di lavorare e di piantare le basi per nuove idee.

L’autunno però è diverso e migliaia di persone lo vedono come il momento migliore per iniziare una nuova attività. Mettendo che tu voglia creare un business stagionale per questo periodo dell’anno, cosa si potrebbe realizzare per guadagnare qualcosa? Ecco qualche idea:

  • Creare una piattaforma di corsi: le persone convivono con le proprie esperienze passate per tutta la vita. Io, ancora, vivo Settembre con la stessa emozione del primo giorno di scuola. La gente a Settembre rinasce e si sente pronta per nuove sfide. Creare un sito per rivendere mini-corsi e tutorial è sempre una buona opzione, a patto che si lavori in qualche nicchia;
  • Creare un marketplace locale: lo so che esistono diverse piattaforme e marketplace a livello nazionale, eppure, queste, hanno una grossa lacuna, ovvero il non pensare locale. Se io volessi creare un marketplace e concentrarlo sulla zona di Latina, giusto per fare un esempio, potrei competere con una certa facilità contro Subito e similari, in quanto, loro, non investono ne in SEO ne in pubblicità su quella località;
  • Creare un negozio di vestiti: c’è ancora molto margine per crescere in questo settore, ma bisogna sempre sistemarsi in una nicchia. Si può creare un negozio e vendere qualche capo che viene messo tipicamente in autunno, magari selezionando prodotti che non è così semplice trovare nei negozi. Controlla la mia guida di dropshipping se vuoi iniziare subito;
  • Rivendere dei prodotti: non parlo di Herbalife ma di prodotti che possono servire ai marketers o alle persone come me e te. Programmi, hosting, servizi per aiutare a svolgere le mansioni online. La lista per i rivenditori è senza fine e si possono intascare delle belle commissioni senza alcun investimento. Consigliato per chi non ha molto denaro da metterci;
  • Comprare un sito avviato: questa è una delle cose che faccio più di frequente, in quanto lo vedo molto divertente, nonchè proficuo. Su alcune piattaforme come Flippa o Exchange Marketplace (solo per e-commerce), si possono trovare siti già avviati e con traffico da acquistare. L’unico che dovrai fare sarà capire se il sito può essere migliorato e così aumentare il traffico.

Da dove cominciare

Se non sai da dove cominciare, ti consiglio di consultare le mie guide su MTW.

In ogni guida ho incluso qualche suggerimento per iniziare la tua attività online rapidamente e senza alcun impedimento. Avrai tutto scritto, sempre disponibile e non dovrai comprare niente. Se hai bisogno di aiuto o una spinta extra, potrai anche contattarmi direttamente e raccontarmi di te.

Ricorda che per creare un progetto da zero ci vuole tempo, pazienza e, talvolta, anche un piccolo investimento. Creare un business stagionale richiede lo stesso sforzo del creare un business che opera tutto l’anno, senza alcuna eccezione.

Informati, cerca su Google quella che potrebbe essere la tua competenza, analizzala e guarda cosa può essere fatto meglio. A questo punto replica quello che fà bene e costruisci una strategia di crescita del tuo business online.

Con il tempo questa procedura diventerà automatica e potrai creare più business in parallelo, imparando a gestirlo da solo o con l’aiuto di un team virtuale, per facilitarti il compito.

Che cosa è un business stagionale?

Un business stagionale è un tipo di business che opera per una stagione o per una frazione di tempo durante l’anno. Alcuni esempi di business stagionali possono essere le discoteche estive e i negozi di souvenir nelle località balneari. Parlando di attività online, possiamo citare gli e-commerce di prodotti per sciare o di decorazioni natalizie.

Che business posso creare in autunno?

L’autunno, almeno per il mondo dei marketers, è visto come un periodo di rinascita dopo il break estivo. Ci sono una moltitudine di attività che possono essere lanciate in questo periodo, come piattaforme di e-learning, marketplace locali e comprare e-commerce avviati. Si può anche usare questa stagione per pianificare una attività per l’inverno, molto più redditizio per via delle feste.

Cosa si può vendere in autunno?

Nonostante l’autunno sia una stagione di transazione, si adatta alla perfezione alla vendita di vestiario, prodotti per fare sport fuori casa e prodotti dedicati ai marketers e coloro che lavorano online. L’aria autunnale e le giornate fresche si adattano alla perfezione a coloro che cercano nuove idee per creare un qualcosa da zero o ravvivare il proprio business.

Lascia un commento

Giuseppe Faraone

Da anni mi occupo della gestione di pagine web, incluso SEO, monetizzazione e PPC. Quello che ho imparato durante i miei anni di esperienza in questo settore è che generare traffico è solamente il primo passo verso un concreto guadagno online. Ci sono decine di modi per aumentare il proprio ROI e successo in rete, per questo, con MTW (monetize the web) andrò a recensire tutte le risorse a disposizione su internet per monetizzare il proprio traffico.